FILOLOGIA E LETTERATURA GRECA
Camillo Neri

A. Parte istituzionale (30 ore)
1. Filologia e storia della filologia greca: storia della tradizione, critica del testo, tecnica editoriale, esempi (Aristofane, Rane) (10 ore).
2. Lingua e storia della lingua greca: grammatica storica, dall’indoeuropeo ai dialetti, esempi (Esiodo, Opere e giorni) (10 ore).
3. Letteratura e storia della letteratura greca: dalle performances orali, al teatro, alla prosa, alla ‘letteratura’, all’apertura al mondo ebraico e romano, all’età tardo-antica e bizantina, esempi (lirici greci, Platone, Parmenide, Menandro, Dyscolos) (10 ore).


B. Corso monografico (30 ore)
Stesicoro, Tebaide (PMGF 222(b) = fr. 97 Finglass).

C. Approfondimenti critici.

BIBLIOGRAFIA
A.1. Appunti delle lezioni. Per Aristofane, Rane (solo i versi trattati a lezione): N. Wilson, Aristophanis comoediae, II, Oxford 2007; vd. anche V. Tammaro, Aristofane. Le rane, Santarcangelo (RN) 2017. Un testo a scelta tra P. Maas, La critica del testo, trad. it. Roma 2017 (4a ed.) (1951 [1a ed.]; ed. or. Leipzig 1927 [1a ed.], 1950 [2a ed.], 1957 [3a ed.]); G. Pasquali, Storia della tradizione e critica del testo, Firenze 1952 (2a ed.; 1934 [1a ed.]); R. Pfeiffer, Storia della filologia classica, I. Dalle origini alla fine dell'età ellenistica, trad. it. Napoli 1973 (ed. or. Oxford 1968); L.D. Reynolds-N.G. Wilson, Copisti e filologi. La tradizione dei classici dall'antichità ai tempi moderni, Roma-Padova 2016 (4a ed., Padova 1969 [1a ed.]; ed. or. Oxford 1968); S. Timpanaro, La genesi del metodo del Lachmann, Torino-Novara 2010 (3a ed., Firenze 1963 [1a ed.], Padova 1981 [2a ed.]); M.L. West, Critica del testo e tecnica dell’edizione, Palermo 1991 (ed. or. Stuttgart 1973).
A.2. Appunti delle lezioni. Per Esiodo, Opere e giorni (solo i versi trattati a lezione): A. Ercolani, Esiodo. Opere e giorni, Roma 2010; oppure M.L. West, Hesiod. Works & Days, Oxford 1978. Un libro a scelta tra L. Heilmann, Grammatica storica della lingua greca, Torino 1963; P. Chantraine, Morphologie historique du grec, Paris 1947; C. Neri (et all.), Μέθοδος. Corso di lingua e cultura greca. Grammatica, Firenze 2018.
A.3. Appunti delle lezioni. Per i lirici (solo Archiloco, Solone, Saffo, Bacchilide): C. Neri, Lirici greci. Età arcaica e classica, Roma 2011; E. Degani-G. Burzacchini, Lirici greci, Bologna 2005 (2a ed.). Per Platone, Parmenide (solo 126a-128e): A. Diès, Platon. Parménide, Paris 1923 (rist. 1991); F. Ferrari, Platone. Parmenide, Milano 2004. Per Menandro, Dyscolos (solo i vv. 1-49): F.H. Sandbach, Menandri reliquiae selectae, Oxonii 1990; F. Ferrari, Menandro e la Commedia Nuova, Torino 2001. Una storia letteraria a scelta (consigliata: Antonietta Porro-W. Lapini, Letteratura greca, Bologna 2017).

B. Appunti delle lezioni. Per testo, traduzione e commento di Stesicoro, Tebaide: P.J. Finglass, Stesichorus. The Poems, Cambridge 2014; M. Davies, Poetarum melicorum Graecorum fragmenta, I, Oxford 1991; vd. anche C. Neri, Lirici greci. Età arcaica e classica, Roma 2011; G.O. Hutchinson, Greek Lyric Poetry, Oxford 2001.

C. Si tratta di concordare un proprio percorso di approfondimento, con lettura in traduzione di alcune opere fondamentali della letteratura greca e di alcuni saggi critici, sulla base degli interessi e delle prospettive di ricerca di ciascuno (per es., un approfondimento sulla figura della donna nella Grecia antica comporterà la lettura in traduzione della Medea di Euripide, delle Tesmoforiazuse di Aristofane, delle Siracusane di Teocrito, di una selezione di epigrammi erotici e del reading curato da Giampiera Arrigoni, Le donne in Grecia, Roma-Bari, Laterza, 1985).

Le dispense sono in formato .pdf. Per visualizzarle è quindi necessario scaricare il programma Acrobat Reader. Clicca qui per la versione gratuita del reader versione 6.0.